Cerca

Storie di legalità

Le esperienze sul territorio in un convegno promosso dalla prefettura di Barletta Andria Trani.


Il racconto delle esperienze

Conoscere il racket e l'usura attraverso il racconto delle esperienze, degli strumenti di contrasto, delle azioni di prevenzione, repressione, dissuasione e solidarietà poste in essere dallo Stato e delle Forze di polizia. Di questo si è parlato nel corso dell'evento "Storie di legalità", promosso dalla prefettura di Barletta Andria Trani e organizzato presso il Teatro Lembo di Canosa di Puglia. Tra i relatori che hanno partecipato al convegno, Mario Muccio, in rappresentanza dell'Ufficio del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, il prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante, il sindaco di Canosa di Puglia Roberto Morra, il fondatore dell’associazione Libera Don Luigi Ciotti.


La situazione pugliese

"La relazione annuale del 2021 evidenzia che in Puglia abbiamo erogato quasi 3 milioni di euro soprattutto alle vittime di estorsione e usura", ha dichiarato Mario Muccio. "Si tratta - ha aggiunto - di benefici economici per incentivare alla denuncia: se l’imprenditore vede che c’è la possibilità di denunciare e di essere poi ristorato in tempi sostanzialmente ravvicinati, è più portato alla denuncia. La Puglia risulta tra le regioni che ha più benefici economici proprio in favore delle vittime di estorsione". "Le denunce presentate nel nostro territorio nel 2021 (65 per estorsione e 2 per usura) non riflettono certamente la vera portata del fenomeno" ha dichiarato il prefetto Valiante. "Tali episodi nella quasi totalità, non vengono denunciati in considerazione del clima di omertà diffuso e spesso emergono solo a seguito di acquisizioni fiduciarie o a margine di investigazioni compiute dalle Forze di polizia per altri fatti".


I risultati raggiunti

Il prefetto ha, inoltre, evidenziato i risultati raggiunti nel secondo semestre del 2021 con l’applicazione di 18 provvedimenti di custodia cautelare e due arresti in flagranza di reato nei confronti di sodalizi criminali operanti a Trani e Bisceglie, dediti a estorsioni e usura.

Sulle misure di sostegno mediante l’accesso al fondo di solidarietà del Governo il prefetto ha ricordato che nel 2019-2021 il Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, previa istruttoria della prefettura, ha erogato in questo territorio 7 elargizioni per estorsione, per un totale di oltre 536mila euro, e concesso 4 mutui senza interesse per usura, per un totale di oltre 461mila euro.

Nel corso della giornata in Piazza Vittorio Veneto sempre a Canosa di Puglia, è stato allestito il Veicolo itinerante di comunicazione locale, che ha svolto attività di comunicazione per la diffusione della legalità economico-finanziaria a cura della Guardia di finanza.

#usura #racket #viminale #relazione