Cerca

Lo Stato c'è

“Chi sceglie, trova lo Stato”, è la campagna di comunicazione del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Giovanna Cagliostro diffusa sulle reti Rai radio e tv e con uno speciale sul portale interno.gov.it e supportata dai canali social del Viminale.

Il messaggio

Un messaggio forte per le vittime di usura ed estorsione, per aiutarle nel percorso di denuncia e informarle sull’aiuto che possono ricevere dallo Stato. Lo spot ha come attore principale un uomo cui simbolicamente scompaiono parti del volto. Una voce fuori campo spiega che, allo stesso modo, estorsione e usura portano via, pezzo dopo pezzo, vita e dignità a chi le subisce. È possibile reagire e denunciare perché lo Stato non lascia sole le vittime.


L’obiettivo

La campagna di comunicazione, realizzata in collaborazione con il Dipartimento per l’informazione e l’editoria (Die) della presidenza del Consiglio dei ministri e il supporto dell’ufficio Stampa e Comunicazione ha l'obiettivo di sensibilizzare quanti sono vittima di richieste estorsive ed usurarie in questo momento storico caratterizzato dalla pandemia da covid-19.


Situazione grave

Il rischio di esclusione sociale e la marginalizzazione degli operatori economici in difficoltà, infatti, rappresenta terreno fertile per la criminalità organizzata che con le quotidiane offerte di aiuto, ma anche con intimidazioni e minacce, tenta di inquinare il tessuto economico e sociale. Proprio la gravità dell’emergenza, destinata a perdurare anche nei prossimi mesi, ha orientato l’Ufficio del Commissario straordinario a una più decisa azione di comunicazione: per aiutare a percorrere la strada della legalità e offrire la possibilità di reinserirsi nell’economia legale attraverso tutele e benefici economici previsti dal Fondo di solidarietà.


“Lo Stato è vicino a chi è in difficoltà e intende dimostrarlo concretamente”, il commento del Commissario Cagliostro alla campagna di comunicazione.

#stato #usura