Cerca

Lavoro e legalità

Il mercato del lavoro tra legalità, mafie e Covid al centro della Summer School dell’Università di Bologna.


Welfare di prossimità

Organizzata dal Dipartimento di Scienze Giuridiche in collaborazione con la Cgil dal 13 al 17 settembre, nel corso della sessione su “Fragilità del tessuto socio economico” c’è stato l’intervento del commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura Giovanna Cagliostro, che ha parlato del tema “Il Welfare mafioso di prossimità”. Nel suo intervento il prefetto ha illustrato il contesto evolutivo dei fenomeni di racket e usura in relazione alla crisi di liquidità generata dal lockdown. Ha evidenziato come “la sospensione delle attività economiche, la crisi occupazionale, la conseguente necessità di provvedere a forme di ristoro e di sussidio e di avviare progetti di investimento e rilancio, hanno certamente rappresentato, e tuttora rappresentano una eccezionale opportunità di penetrazione nel tessuto economico da parte delle organizzazioni criminali”.


Gli strumenti di difesa

Il commissario, oltre ad aver fornito il quadro degli strumenti ai quali si può ricorrere per prevenire i rischi e tutelare le vittime, ha illustrato anche i risultati delle attività del Comitato solidarietà, intensificate dall’inizio del lockdown per rispondere concretamente alle difficoltà delle realtà economiche taglieggiate dalla criminalità.

Particolare attenzione è stata dedicata alle possibili proposte di intervento normativo ed organizzativo, utili a migliorare l’efficienza dell’azione di supporto finalizzata a scoraggiare l’accesso al credito “alternativo” e illegale.

#mafia #legalità